Contatti

Donatori 

I nostri contatti:

 

Ufficio e Direzione

via Donatori di Sangue 6 Nuoro

Tel. 0784/30806

Fax 0784.1950428

 

Orari di apertura al pubblico

ore 9,00 -14,00

dal lunedì al venerdì 

 

Resp.le Comunita'

cell. 346.7837531

 

Resp.le Clinico

cell. 348.7637346

 

Uffici in via Donatori di Sangue 6 Nuoro

 

Direzione ufficio

0784/30806

 

Email: coop.approdi@virgilio.it

 

Facebook:

www.facebook.com/

approdo.comunitaterapeutica

 

 

Contattaci per chiedere informazioni e/o

per fissare un appuntamento col nostro Staff

 

Camminate con rispetto e cercate di non perdere l’orientamento.

Più volte viene da incontrare gente spaventata

che non riesce a trovare il sentiero per il ritorno.

Se nella vostra passeggiata vi sorprende un temporale

che avete pur sentito avvicinarsi da lontano,

non cercate rifugio sotto un abete o sotto un larice,

alberi che attirano i fulmini,

cercate invece di raggiungere una casara.

 

Mario Rigoni Stern

La comunita' terapeutica approdo

 La Cooperativa Sociale Approdi gestisce la Comunità Approdo dal 2012, struttura terapeutica esistente dal 2006.

 

La Comunità Terapeutica riabilitativa e  residenziale  APPRODO ad alta intensità ha sede nella Casa Cantoniera di “Isalle” nella vecchia Provinciale Nuoro - Siniscola (Km 12).

 Il progetto riabilitativo  è personalizzato  per ogni ospite e si concretizza in un percorso di autonomia della persona, partendo dalle norme basilari e quotidiane della cura di sè, della casa e delle attività laboratoriali proposte in comunità.
 

Un ettaro di terreno, in parte alberato, usato per le attività ludico-espressive di laboratorio e per le attività agricole, di giardinaggio:  l'orto, uliveto, frutteto;  laboratori di falegnameria, laboratori manuali di cesteria con l’utilizzo di asfodelo,salice,giunco,carta e laboratori creativi basati sul decoupage, riciclo e trasformazione di diversi materiali per permettere di approfondire la conoscenza e l’acquisizione di abilità relative a specifiche attività.

 

La comunità si propone come un ambiente  familiare, scandito da consuetudini tipiche della vita in comune e da attività legate al progetto terapeutico personalizzato.

Gli ospiti vengono affiancati sin dai primi momenti in struttura da operatori qualificati che seguiranno il percorso personalizzato in tutte le sue fasi, dagli interventi educativi, alla cura del sè, alla cura degli spazi comuni, ai  momenti di  uscita dalla struttura : infatti gli ospiti vengono accompagnati nel vicino capoluogo, per svolgere attività ludico- sportive, in biblioteca per lo scambio di libri e film, dal parrucchiere, a fare acquisti nei negozi, gite culturali nei musei del territorio, gite nelle manifestazioni folkloristiche della nostra terra.

 
I nostri ospiti frequentano alcuni laboratori predisposti dal Centro Diurno dell’ASL di Nuoro ( scrittura creativa, corsi di chitarra corsi di informatica), e svolgono attività sportive in collaborazione con Associazioni di Nuoro e Dorgali.
 
L’équipe multidisciplinare offre assistenza e cura ai pazienti h24 in quanto struttura residenziale ed è composta dalle seguenti figure:
Il Responsabile di Struttura (Sig.ra giovanna Murgia)
Il Responsabile Clinico Psicologo - Psicoterapeuta ( Dott.ssa maria Rita Bellu)
Il Supervisore Psciologo- Psicoterapeuta (Dott. Antonio Sanna)
Responsabile della Comunicazione Psicologa Psicoterapeuta (Dott. ssa Francesca Licheri)
Gli educatori professionali,  operatori socio-assistenziali e all’occorrenza due infermieri. Collaborano con l’equipe anche alcuni volontari che si occupano di lavori di manutenzione, giardinaggio e laboratori artistico-creativi, laboratorio di falegnameria.
 
In Comunità le varie figure professionale assumono il ruolo univoco di OPERATORE DI COMUNITA',
svolgendo nel suo insieme una funzione psicoeducativa offrendo situazioni di riflessione e confronto e facilitando nel paziente comportamenti tendenti all’autonomia attraverso le attività previste nell’organizzazione giornaliera e settimanale, inizialmente sostituendosi allo stesso per mostrargli come si fa e successivamente delegando gradualmente il compito al soggetto.
 

L’ospite in questo contesto di scambio emotivo e verbale, di confronto di vissuti, è stimolato a ridimensionare la sua condizione di isolamento e a trovare un proprio spazio funzionale nel gruppo, dove viene incoraggiata l’assunzione di responsabilità, nell’ottica di ampliare gradatamente la riflessione sulle scelte di vita, sui desideri, sui limiti e sulle possibilità.

 

Consideriamo la Comunità come parte di un progetto rivolto al paziente, che opera con lui, con i familiari e con il contesto sociale e istituzionale, sollecitando la collaborazione per un lavoro di rete finalizzato al processo di cura e reinserimento del soggetto nella società.

 

il nostro lavoro in comunita'...

 

Il Progetto Terapeutico Individualizzato in collaborazione con i Servizi Sanitari e Sociali invianti e con i Servizi del territorio cui fa riferimento la C.T., mantenendo, da un lato, continuità con gli operatori che hanno precedentemente preso in carico il soggetto, dall’altro creando nuovi contatti con i nuovi soggetti che attiveranno i processi di cura.

La costruzione di lavoro di rete essenziale per l’efficacia dell’intervento riabilitativo e per il futuro reinserimento del paziente nel contesto sociale di appartenenza.

 
Obiettivo essenziale è rendere gradualmente gli ospiti capaci di vivere in condizioni di maggiore autonomia presso strutture con minor grado di intensità assistenziale o in un’abitazione propria, oppure di rientrare in famiglia, qualora questo sia possibile.

 

La metodologia del lavoro in Comunità prevede di configurare la quotidianità come elemento specifico della terapia: in ogni giornata, infatti, vi è la possibilità di praticare diverse attività e sperimentarsi in un “fare insieme” progettuale. La quotidianità vede la partecipazione del gruppo di lavoro alla creazione di uno spazio di vita e di cura, con gli operatori impegnati a sostenere gli ospiti nella fatica di essere membri attivi di un gruppo.

 

 

IL NOSTRO LAVORO CON LE FAMIGLIE

 

La Comunità Terapeutica Approdo include nel proprio progetto educativo le relazioni tra gli utenti e  il sistema sociale esterno, prima fra tutte il rapporto con la famiglia.  Laddove possibile, la famiglia è coinvolta nel percorso riabilitativo del soggetto, con la finalità di recuperare le relazioni ritenute significative, darne significati costruttivi e valore.

Le modalità di lavoro con la famiglia sono molteplici, riunioni periodi condivise con i Servizi e la famiglia, incontri con i membri familiari in comunità e incontri protetti in famiglia concordando con gli operatori obiettivi di crescita.

In comunità durante la fase di inserimento. della durata di un mese, sono escluse le visite e i contatti con i familiari. Questa regola nasce dalla necessità di consentire all'ospite un ambientamento ai nuovi spazi fisici e relazionali. Dal secondo mese in poi le visite vengono  concordate con il Responsabile Clinico e avvallate dal Dirigente di Comunità. Le valutazioni sulle visite tengono conto dei passi di crescita padroneggiati in quel momento del percorso dall'ospite, della sua protezione e della protezione degli altri.

Le visite con i familiari e la vita sociale  esterna  è pensata come stumento per raggiungere gli obiettivi terapeutici.

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Soc. Coop. sociale Approdi Via Monsignor Cogoni 24 08100 Nuoro Partita IVA:01405060912